Il Belcanto ritrovato

III Edizione
dal 16 agosto al 21 settembre 2024

Nuova prestigiosa collaborazione per IBR

Il Festival nazionale Il Belcanto ritrovato, edizione 2024, chiuderà la sua programmazione con un concerto del tutto particolare dal titolo “I Marchigiani alla Scala” realizzato in collaborazione con l’Accademia Teatro alla Scala di Milano. Questo concerto per canto e pianoforte, che si terrà a Pesaro il giorno 1 settembre 2024 alle ore 21.00 nella Sala della Repubblica del Teatro Rossini, è dedicato ai compositori marchigiani Vincenzo Federici, Nicola Vaccaj, Lauro Rossi e Alessandro Nini con alcune gemme musicali in prima esecuzione mondiale in epoca moderna tratte da loro opere che esordirono proprio nell’Ottocento al Teatro alla Scala di Milano. Ne sono interpreti i Solisti dell’Accademia di perfezionamento per cantanti lirici del Teatro alla Scala Noemi Muschetti (soprano), Francesco Castoro (tenore) e Paolo Ingrasciotta (baritono), accompagnati da Michele D’Elia.
Il programma costituisce un’occasione unica per ascoltare nell’anno di Pesaro Capitale italiana della cultura musiche di due “altri” compositori pesaresi, a parte Gioachino Rossini, come Vincenzo Federici, che a Pesaro nacque nel 1764 e morì a Milano nel 1826, e di Nicola Vaccaj, di famiglia pesarese nato a Tolentino nel 1790 ma vissuto a lungo a Pesaro ove morì nel 1848. Il concerto verrà replicato a Fabriano al Teatro Gentile il giorno 21 settembre sempre alle ore 21.00, con l’inserimento di un paio di brani con i quali il nostro festival intende rendere omaggio a due grandi cantanti lirici castrati marchigiani come Gaspare Pacchierotti, nato a Fabriano nel 1740 e morto a Padova nel 1821, che esordì al Teatro alla Scala proprio in occasione dell’apertura del teatro il 3 agosto 1778 nell’opera di Antonio Salieri Europa riconosciuta, nonché Giovanni Battista Velluti, nato a Corridonia nel 1780 e morto a Sambruson nel 1861, che cantò alla prima dell’Aureliano in Palmira di Gioachino Rossini data alla Scala di Milano nel 1813.
Il concerto si aprirà con il duetto Dille che l’aure io spiro di Vincenzo Federici, affidato all’interpretazione di Noemi Muschetti e di Francesco Castoro, quindi da Il Precipizio di Nicola Vaccaj si ascolterà la cavatina M’è pur dolce in questo giorno. Dalla Bianca Contarini di Lauro Rossi, Paolo Ingrasciotta interpreterà l’aria È questo il loco mentre Noemi Muschetti e Francesco Castoro eseguiranno il duetto Eccolo! Ognor m’insegue. Tutta dedicata all’Odalisa di Alessandro Nini la seconda parte del concerto con T’amo qual s’ama un angelo, Qui inosservato io giunsi, Quando saran quest’ultime e Temerario!
La collaborazione con l’Accademia Teatro alla Scala rappresenta per il Festival Il Belcanto ritrovato un importante punto di partenza per auspicabili futuri progetti musicali. La preparazione del concerto è infatti stata integralmente curata da Michele D’Elia, maestro accompagnatore fra i più stimati nel panorama musicale contemporaneo nonché uno dei docenti di punta dell’Accademia scaligera, che ha condiviso appieno la “mission” del festival: riportare alla luce compositori chiamati “Minori”, ma che in realtà venivano eseguiti e le cui opere venivano regolarmente rappresentate sul palcoscenico del Teatro alla Scala, da sempre riferimento della lirica italiana nel mondo.

Sostenitori Enti Pubblici

Sostenitori Privati

Sostenitori Fondazioni e Istituzioni